Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

Björk / Sugarcubes

Anche la gelida e dimenticata Islanda ha un contributo da offrire alla scena rock: i Sugarcubes sono infatti la prima band locale a varcare i confini dell'isola e a scalare le classifiche inglesi e americane. Nascono nel 1986 con Björk Gudmundsdttir (1965) e altri membri dal nome impronunciabile. E' Björk soprattutto a riscuotere i favori del pubblico, per via di una voce eroica e sottile che ne fa una sorta di sex symbol della new wave degli anni '80.
Björk discografia e wikipedia Sugarcubes discografia e wikipedia

Alabama - Neil Young

Oh alabama, il diavolo riesce a scombinare anche i progetti più accurati
Vai tranquilla, Alabama
Hai chiesto l'elemosina, hai dovuto sentirti diversa
E ora il momento è ciò che più importa
Alabama, hai portato tutto il peso sulle tue spalle
Tanto da spaccarti la schiena
La tua cadillac ha una ruota nel fosso
E una sulla carreggiata

Oh Alabama, il suono del banjo passa attraverso i vetri rotti
Delle finestre laggiù in Alabama
Guarda i vecchi legati da corde bianche
Senti il banjo, non ti fa sentire a casa?
Oh Alabama, posso vederti e stringerti la mano?
Si fanno amici laggiù in Alabama
Io provengo da una terra nuova
Arrivo da te e vedo tutto questo sfacelo
Cosa ti sta succedendo Alabama?
Hai chiesto al resto dell'Unione di darti una mano
Che cosa hai sbagliato?

Paul Simon - Graceland (1986)

Immagine
di Silvano Bottaro
Oggettivamente questo disco è passato alla storia per due motivi: ha sancito la nascita "ufficiale" della world music ed è uno dei simboli del passaggio del Sudafrica alla democrazia. Per quel che mi riguarda c'è un terzo motivo: è grazie a questo album che è nata la mia passione per la musica africana.
Non è retorica dire che lungo le canzoni di "Graceland" è passata la storia, e non quella della musica, ma proprio la storia del Sudafrica. Oggi si comincia a dimenticare, almeno guardando da lontano, che è esistito un Sudafrica non libero e non democratico e, per chi non lo sa o non lo ricorda, questo è solo un disco di un cantautore americano con musicisti africani.
Ma allora no, allora nel 1986, Graceland suscitò passioni, rabbia, polemiche.

Paul Simon ha sempre amato la musica di mondi diversi dal suo. Lo aveva già fatto anni prima insieme a Art Garfunkel, facendo scoprire a milioni di ascoltatori le malinconie andine aggiungendo parole alla…

Leonard Bernstein

La nostra risposta alla violenza sarà fare musica più intensivamente, in modo più bello, più devoto che mai.

Fletcher Henderson

Pianista (1898 - 1952). Fu il direttore della prima importante orchestra della storia del jazz. La più importante antologia delle sue incisioni (1923-36), pubblicata anni fa dalla Columbia CBNS, porta il titolo di A Study in Frustration: egli infatti, fu senza dubbio uno dei tre più grandi pionieri del jazz orchestrale, ma non riscosse mai i riconoscimenti e la popolarità che toccarono invece a Benny Goodman quando, durante il periodo swing, impiegò per la sua orchestra molti degli originali arrangiamenti che Henderson aveva scritto per la pioneristica formazione anni e anni prima.
Discografia e Wikipedia

John Cage

Immagine

AlbumWash

AlbumWash é un servizio gratuito che consente di cercare e scaricare migliaia di brani ed album di canzoni in formato mp3. Per prima cosa occorre registrarsi creando un nuovo profilo; a questo punto non resta che cercare un determinato album o digitare il nome di un cantante, scegliere i brani da scaricare ed attendere il download completo.
Link: Albumwash

The Birds

Uno dei primissimi gruppi di beat e r'n'b, specializzati in cover di brani americani, formatisi come Thunderbirds nel Middlesex sin dal 1961. Con il nome accorciato in Birds pubblicano quattro singoli, tre dei quali per la Decca accolti su These Birds Are Dangerous e un quarto su Reaction, Say Those Magic Words, nel settembre 1966.
Discografia e Wikipedia

Proud Mary - CCR

Mary L'orgogliosa

Ho lasciato un buon lavoro giù in città
Lavorare per il Capo giorno e notte
Ma non ho mai perso un minuto di sonno
Preoccupandomi di come le cose avrebbero potuto essere.

La grande ruota continua a girare
Mary l'Orgogliosa continua a bruciare
Rotola, rotola, rotola sul fiume.

Ho lavato un sacco di piatti a Memphis
Ho fatto il benzinaio giù a New Orleans
Ma non ho mai visto il lato buono della città
Finché ho scroccato un passaggio sulla regina del fiume.

La grande ruota continua a girare
Mary l'Orgogliosa continua a bruciare
Rotola, rotola, rotola sul fiume.

Se scendi giù al Fiume
Ti conviene trovare della gente che ci vive
Non stare a preoccuparti se non hai soldi
La gente sul fiume è felice di dartene.

La grande ruota continua a girare
Mary l'Orgogliosa continua a bruciare
Rotola, rotola, rotola sul fiume.



John Hiatt - Same Old Man (2008)

Immagine
di Silvano Bottaro
Diciamolo… non mi convince molto questo "Same Old Man" ultimo disco di John Hiatt, songwriters tra i miei preferiti da sempre. Non riesce questo lavoro a far premere continuamente il tasto play del riproduttore musicale. Poco a che vedere con l’ultimo e buono “Master of Disaster”, niente con l’ottimo “Crossing Muddy Waters” o con “Slow Turning”, anni luce dal capolavoro “Bring the Family”.
L’unica cosa che ancora riesce a convincermi è la sua voce, grande e affascinante, nonostante gli anni ne consumino il timbro, rimane sempre unica e profonda. Ma la voce da sola a volte non basta a far apprezzare un disco o almeno non in questo caso.
Le undici canzoni che compongono l’album sono essenzialmente semplici, povere, acustiche, il suono è orientato verso il folk, il country e il blues, niente di particolarmente nuovo anzi, il disco suona da “già sentito”.

"E' un disco tutto mio anche perchè si parla fondamentalmente di me; diciamo che non avevo nessuno …

Neil Young - After The Gold Rush

Immagine

Stafano Bollani

In un brano di quattro minuti Frank Zappa era in grado di prendere in giro una serie di generi musicali o di artisti, da Bob Dylan ai Beatles, shakerandoli per ottenere qualcosa di assolutamente personale. Mi piacerebbe ottenere lo stesso risultato.

Coleman Hawkins

Sax tenore (1904 - 1969). Praticamente da solo, ha fatto del sassofono uno strumento solista dotato di una sua individualità. prima che Hawkins compisse questo miracolo, per parecchio tempo, durante gli anni '10 e '20 (e a dire il vero anche per qualche tempo dopo), il sassofono era stato considerato una specie di curiosità. Non solo Hawkins si impose come pioniere (accanto al sopranista Sidney Bechet) del sassofono jazz in generale, ma divenne anche il primo e indiscusso maestro del sax tenore.
Discografia e Wikipedia

Rhapsody

Rhapsody, possiede uno dei database più vasti ma consente di scaricare e ascoltare solo un numero limitato di brani ogni mese. Gli account premium costano 10 e 15 dollari al mese. Per ogni brano ne viene fornito spesso anche il testo. Visto che ci sono opzioni gratuite…
Link: Rhapsody

Big Country

Gruppo scozzese formato nel 1982 da Stuart Adamson (1958 - 2001) poco dopo aver lasciato gli Skids. Stuart Adamson e Richard Jobson, entrambi chitarristi fondano gli Skids a Dunfermline, in Scozia nel 1977 e riscuotono un discreto successo sulla scia del nuovo punk inglese della seconda metà dei '70. Il gruppo con frequenti cambi d'organico e una convivenza interna mai troppo tranquilla, sopravvivrà per una decina di anni, musicalmente parlando, il resto degli anni fino ai duemila, saranno solo di concerti e pubblicazioni dal vivo e antologie.
Discografia e Wikipedia

Ohio - CSN&Y

Ohio

Soldatini di latta e quelli di Nixon stanno arrivando
Finalmente siamo per conto nostro
Quest'estate ho sentito il rullo dei tamburi
Quattro morti in Ohio

Faremo qualcosa? I soldati ci stanno facendo pezzi
Avremmo dovuto pensarci molto tempo fa
Come ti saresti comportato se l'avessi conosciuta e poi trovata morta per terra
Come puoi fuggire se sai la verità

Faremo qualcosa? I soldati ci stanno facendo pezzi
Avremmo dovuto pensarci molto tempo fa
Come ti saresti comportato se l'avessi conosciuta e poi trovata morta per terra
Come puoi fuggire se sai la verità

Muddy Waters - Folk Singer (1964)

Immagine
di Silvano Bottaro
Folk Singer è stato uno dei momenti più intensi della straordinaria e imponente storia artistica di Muddy Waters. Fu un disco "unplugged" quando questo termine non era certo in voga. Fu un'esperienza che permise all'uomo dalle grandi mani, dalla voce tonante e dal sorriso contagioso di ritrovare e trasmettere la forza libera e impetuosa del blues. Un viaggio attraverso le radici, giù nel delta del Mississipi, dove era nato e dove aveva incontrato per la prima volta quella che sarebbe diventata la sua musica. All'inizio Waters non era per niente convinto, fu infatti la sua casa discografica; la Chess, ad avvalorare il progetto, l'esito fu sbalorditivo. La Chess voleva ampliare il pubblico di Waters, e legarlo al termine "folk" (che in quel periodo riscuoteva grande successo in America).
Fu così che Waters lasciò a casa le chitarre elettriche, gli amplificatori e soprattutto i musicisti del suo gruppo. E, anche se non venne fuori quel…

The Chieftains - Long Black Veil

Immagine

Leonard Bernstein

La musica può nominare l'innominabile e comunicare l'inconoscibile.

>>>>>>>>>> Etichette

Mostra di più