2 giugno 2014

Mirah - Changing Light (2014)

di Silvano Bottaro

La quarantenne cantautrice e musicista statunitense Mirah, torna alle radici con un nuovo disco: Changing Light. Salutato come un album di rottura, l'album affronta, testualmente parlando, tematiche legate all'essere umano e in particolare alla mortalità, offrendo una luce profonda alla vita terrena, agli animali, alle stagioni, alla natura in generale.
La narrazione viscerale presente in tutti i brani del disco, è particolarmente lucida e a volte inquietante, diventando praticamente un tutt'uno con l'ambiente circostante. La sua voce eterea e ricca, vaporosa ma mai sottile, riesce a caricare di emozioni le canzoni dell'intero album, raccontando storie di un amore trovato, perduto, forse ritrovato e poi, finalmente andato. I testi sono fisici e pieni di dolore con immagini di forte trascinamento. Musicalmente le melodie sono solide e penetrano in maniera 'visiva', creando suggestioni assai profonde.
Un buon disco 'Changing Light' e, anche se non scalerà le classifiche discografiche, lascerà sicuramente il segno a tutte le persone sensibili che amano le canzoni semplici e di spessore, dove la scrittura e la composizione hanno il sopravvento. 3,5/5

0 commenti: